5 settembre 2017

Evviva le ferie

L'estate 2017 la ricorderò a lungo perché è stata la prima con la Tilda.
Quindi anche la prima volta al mare con la Tilda, il primo tuffo in piscina della Tilda, la prima spa della Tilda, il primo viaggio lungo in autostrada della Tilda, il primo (e il secondo) matrimonio della Tilda e tante altre prime volte.

Quando è stato il momento di decidere dove andare in ferie avevamo una sola cosa in mente: andare in un posto bello, ma che fosse anche non troppo lontano e che avesse tutti i comfort.
La scelta è caduta su Numana, posto dove ho trascorso alcune delle estati più belle della mia vita fin dai primi anni 90. Non è dietro l'angolo, ma ho comprato una macchina nuova comodissima proprio per questo genere di viaggi.

"C'è la spiaggia ma non è proprio di sabbia, son più sassetti che sì, si attaccano ai piedi pure loro, ma ci vuole un attimo a sbatterli via"
"Ma la Tilda li mangerà"
"Vabbe', magari cercheremo di impedirglielo"
"Ok prenota"

Eh, prenota...
Dopo aver controllato seimila hotel, ho deciso che, per una volta (l'unica volta in tutta la mia vita, ne sono certo), avrei scelto l'hotel senza badare al prezzo, ma solo guardando le foto e leggendo più commenti possibili (e io odio Tripadvisor).
D'ora in avanti dovrei fare sempre così.

Insomma: alla fine siamo stati all'Hotel Giardino ed è stato bellissimo.
Talmente bello che vorremmo già tornarci.
Abbiamo addirittura pronunciato frasi folli come "magari si potrebbe fare anche una settimana con i nonni".
Estate 2018, noi ci stiamo già preparando, eh!

Qui un paio di scatti del posto preferito della Tilda: la piscina.



La nostra giornata tipo era abbastanza semplice: sveglia, colazione, poi o giretto al mare (l'hotel è in collina, ma ogni 10 minuti c'è una navetta che in 4 minuti ti porta in spiaggia) o mattinata nella spa (perché al mattino potevano accedere anche i bambini, Tilda inclusa), poi pranzo in hotel (sì, abbiamo fatto mezza pensione, credo non succedesse dal 1988 per me), poi pisolino eterno (io e Tilda, ma tipo fino alle sei a volte), poi piscina, poi cena da qualche parte nei dintorni (c'è tutto vicinissimo: Numana a 1 minuto d'auto, Sirolo a meno di 5 minuti, Castelfidardo, Loreto, Recanati poco più in là), poi nuovamente a letto, e avanti così.

Incredibile a dirsi, ma è stata la vacanza più rilassante degli ultimi anni: zero sbattimenti (in hotel c'era davvero tutto il necessario per trascorrere le giornate in totale relax e le ore passate nella spa con la Tilda, sempre nella piscina con l'acqua calda, son state forse le mie preferite. Nota di merito per la cucina: non solo abbiamo sempre mangiato da dio, ma in otto giorni non abbiamo mai mangiato due cose uguali. Prossima volta pensione completa e benvenuta vecchiaia!), ogni sera decidevamo sul momento dove andare a cenare, e poi tutte le classiche cose da famigliola felice alla prima vacanza, come le passeggiate in mezzo ai banchetti nei paesini, le foto nei punti panoramici, le bestemmie per trovare parcheggio a Numana nel weekend. 
E poi dai: ci siamo trovati anche con Mist (l'altro colpevole della diffusione dei Chuck Norris Facts in Italia) e le sue splendide donne a mangiare granseole gigantesche (lui) e a lamentarci dell'assenza dell'aria condizionata in quasi tutti i ristoranti della zona (in hotel c'era, altrimenti non sarei sopravvissuto per scriverne), non poteva non essere una vacanza perfetta!
(E pure con Yoshi+Elisa+Noah+Bets+Stefano, ed è stato molto bello, anche perché Elisa-Facciadacastagna non la vedevo da un secolo!)

E la Tilda? (Sì, mi piace mettere l'articolo davanti al nome di mia figlia)
Bravissima: ha imparato a tuffarsi in un modo super comico; ha deciso che la piscina con l'acqua fredda è bella ma quella con l'acqua calda è più bella; ha amato il passato di verdure che la signora dell'hotel le preparava con tantissimo amore (e ogni giorno passava a chiederle se le piacesse: le piaceva di brutto); ha ricambiato tutto questo amore innamorandosi di un cameriere; ha capito che dormire dalle 22 alle 8 e dalle 14 alle 18 rende felicissimi anche i genitori. Noi abbiamo capito che, con la cuffia da piscina, fa molto ridere.

Numana, grazie per tutto il pesce (soprattutto fritto). Credo proprio che ci rivedremo presto (sperando di trovare sempre la stessa camera all'Hotel Giardino. La 94, se non ricordo male). 








0 commenti: